DOMENICA, Dicembre 05, 2021

Play Off: Sambiase, l'onore delle armi e nient'altro

Serviva l'impresa, la fortuna, la partita perfetta... eccezion fatta per quest'ultima, siamo rimasti molto distanti da tutto il resto!
Il "Mario Tedesco" di Praia a Mare proprio non ci porta bene: ne usciamo battuti anche stavolta. Ma il verdetto che al 90° decreta il Praia in finale, ci deve per forza di cose concedere almeno l'onore delle armi.
Solo un gol, la differenza tra la formazione di mr Ferrrante e quella del tecnico Aita.
E se l'arbitro non avesse sbagliato in qualche clamorosa decisioni, avremmo forse parlato di una giusta vittoria giallorossa: solo l'espulsione dell'ex Davide Cassaro, infatti, ha spezzato di fatto un 'equilibrio' che fino a quel momento aveva visto i lametini prevalere sui padroni di casa.
Le grandi imprese, si sa, passano attraverso le grandi prestazioni di uomini che non si fanno intimidire da avversari che sembrano invincibili e se a Lamezia il clan giallorosso aveva messo alle corde la compagine del presidente Spolitu, nella gara di ritorno a Praia l'ex Parisi e compagni hanno dovuto sudare le fatidiche sette camicie per aver la meglio di un Sambiase mai domo.
Sin dal calcio d'inizio è, infatti, il Sambiase a fare la partita e dopo solo pochi minuti una punizione dal limite fa ben sperare gli oltre 200 lametini giunti nell'Alto Tirreno, ma la magistrale battuta di capitan Staffa, che lascia immobile l'estremo praiese Negro, si schianta sul legno alla destra di quest'ultimo.
Non si arrendono gli uomini del diggì Iannazzo e si portano al tiro con Scozzafava, ma il suo destro è respinto dal Praiese Franco sulla linea di porta.
Al 25° l'occasione che cambia il volto della gara. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Negro inveisce contro Cassaro, il difensore ingenuamente reagisce ed il sig. Formato di Benevento espello solo il sambiasino sorvolando erroneamente sulla posizione del numero uno di casa.
Il Praia cerca così di iniziare a giocare sfruttando l'inferiorità numerica, ma il Sambiase si sistema e concede pochi spazi ai padroni di casa.
I cosentini, tuttavia, nel finale di tempo trovano la rete: Carotenuto serve Forte e quest'ultimo mette la sfera alle spalle di Boccetti.
Si complicano ulteriormente le cose per il Sambiase nei minuti di recupero quando il direttore di gara è costretto a mostrare il rosso a Guido per un cattivo fallo su Carotenuto. Uno a zero ed undici contro nove si va negli spogliatoi.
Nella ripresa i giallorossi non possono che contenere le folate degli avversari che si portano davanti a Boccetti con Carotenuto e con Aulisio, in campo al posto di Esposito, e mentre sul primo provvede il pipelet giallorosso, il secondo spreca fuori.
Intorno alla metà del secondo tempo i giallorossi riducono ancora la loro presenza in campo: Tuoto, appena entrato si fa espellere, ma porta con sè Aulisio che reagisce al suo fallo.
Pochi minuti dopo è Burgo ad essere colpito a centrocampo (sarà costretto a fine gara a recarsi al locale Pronto Soccorso), ma per il fischietto di Benevento è tutto regolare.
Il Praia trova la rete con una bella volè di Forte, ma la posizione di fuorigioco, giustamente segnalata dall'assistente, costringe l'arbitro a non concedere il gol.
Il Praia, tuttavia, ha l'occasione per raddoppiare al 75° per un calcio di rigore concesso per un fallo su Carotenuto, ma dal dischetto il beach bomber coglie in pieno il palo alla destra di Boccetti. Sul finire di gara in sette uomini (capitan Staffa infortunato resta in campo solo per formalità), il Sambiase prova a far sentire un proprio acuto, ma Calidonna spreca alto.
Prima del fischio finale poi la traversa di Carotenuto che non riesce a trovare la rete personale.
Non è riuscita, così, al Sambiase la grande impresa. Per vincere, lo si sapeva tutti, non sarebbe bastato giocare bene, sarebbe servito carattere, personalità, grinta e cattiveria, ma al punto giusto.

Sambiase Lamezia Calcio società calcistica di Lamezia Terme

A.S.D. Sambiase 1962 squadra di calcio di Lamezia Terme