MARTEDI, Luglio 25, 2017

Francesco Montesanti

UNA VITA DEDICATA AL CALCIO

"Il calcio va inteso ha detto come pura attività sportiva, senza secondi fini" "La mia gioia più grande è quella di stare in mezzo ai giovani e vivere i loro problemi".

Dobbiamo confessare che è stato molto imbarazzante porre delle domande in veste ufficiale al dr Francesco Montesanti, sia per la stima e l'amicizia che ci lega da anni, sia per la natura schiva e riservata del personaggio. Eppure sentiamo che non possiamo sottrarci a questo ingrato compito; in fondo, il Sambiase è una sua "creatura", è stato, ed ancora lo è, l'espressione più emblematica, più genuina, più sincera ed autentica del calcio sambiasino nella buona e nella cattiva sorte. Ancora oggi, dopo 30 anni di milizia ai massimi vertici societari, è lì, sulla "breccia" a dare preziosi suggerimenti per tutti. Non è retorica se scriviamo esattamente così: una vita dedicata al calcio. "Si, è proprio vero -ci risponde visibilmente emozionato-"credo che con questa frase possiamo chiudere tutto il nostro discorso"

-D: Dottore Montesanti­i - qual è la sua filosofia applicata allo sport in generale ad al calcio in particolare?

-R: Io ritengo che il calcio va inteso come pura attività sportiva, senza secondi fini: lo sport per lo sport. Se così, riesce ad esprimere vera­mente grandi valori: amicizia, lealtà, sana competitività. Noi, come dirigenti di società sportive, ci dobbiamo adoperare a trasmettere questi valori ai giovani, aiutandoli a "crescere" come atleti, ma soprattutto come uomini. In tal senso, la pratica sportiva assolve ad un compito sociale di rilevante importanza. Ecco perchè la mia attenzione è rivolta ai giovanissimi che vogliono imparare ed io mi trovo sempre bene tra loro.

-D: Lei ha dato molto al calcio sambiasino; in com­penso ha avuto tante soddisfazioni.

-R: Sul piano personale, certo, tantissime risponde, mentre i suoi occhi si illuminano all'improvviso- comunque, per me la gioia più grande è di stare in mezzo ai ragazzi, vivere i loro problemi, vederli, come ho detto prima, crescere. Anche tu giocavi che eri appena un ragazzino; adesso sei adulto, ma tra di noi c'è sempre tanto affetto estimo. Queste sono le vere soddisfazioni. In genere, lo sport dà sempre delle gioie, anche quando le cose non vanno per il verso giusto.

-D: Dottore Montesanti, il campionato di Promo­zione sta un tantino stretto al Sambiase?

-R: Io ho fiducia nell'operato della dirigenza e della squadra; certo, è difficile vincere il campionato perchè la concorrenza è abbastanza agguerrita; ma non per questo non guardiamo al traguardo con fiducia.

-D: Una ultima domanda: non ha mai pensato ad una grande squadra per la città di Lamezia?

-R: Io me lo auguro di cuore, ma il Sambiase non deve sparire.


IL PRESIDENTE CI LASCIA

di Francesco Longo (2)

Venti stagioni per infiammarci e questa è l'ultima del dr. Francesco Montesanti. Con lui si conclude un ciclo, anzi un'epoca popolata di echi e voci nostalgiche. Ci lascia dunque la colonna storica, la più prestigiosa dello Sport Club, scavata dal tempo ma intatta nella dignità e splendore del suo fregio. Se ne va il gran signore, il buon viandante che sapeva consolare, l'amico della remota adolescenza che sotto i suoi padiglioni restaurava amicizie. Se ne va il grande albero dai frutti profumati, colui che conosceva ogni sorta di sagge parole, a cui i filtri del cuore permisero di tramutare l'azzurra tenebra in colori di festa. La Federazione di Roma nelle cui stanze era rimbalzata la fama, lo volle insignire con la medaglia d'oro. Noi che crescemmo alle tiepide rive del suo impero, gli appuntiamo la nostra coltivata nei fondali del cuore perché la porti stampata nell'anima come una bandiera, ovunque navighi o il cammino lo porti.

Sambiase Lamezia Calcio società calcistica di Lamezia Terme

A.S.D. Sambiase 1962 squadra di calcio di Lamezia Terme